• Facebook Icona sociale
s.s Sciavuru d’Aliva
Info@sciavurudaliva.it
+39 328 871 3101
 
Via Beati Morti 32- 91022
Castelvetrano (TP) -ITALIA
P.IVA 02350490815
 

Premi e Riconoscimenti

Noi.

Puntiamo all'eccellenza. Dal 2009.

- SU DI NOI-

Sciavuru d’Aliva è il nome che ho voluto dare a l' azienda e ai prodotti e significa “profumo d’oliva” in dialetto locale perché è proprio questo che mi colpisce durante la molitura delle olive, un profumo intenso che pervade l’aria, si insinua nelle narici e che ha in se tutti i sentori delle campagne da cui provengono questi meravigliosi frutti.

 

Il mio è un piccolo appezzamento di circa tre ettari sito nel comune di Castelvetrano in contrada Bresciana, è distante un km. dal mare, a circa 30 metri dal suo livello e distante circa un km dal parco archeologico di Selinunte, antica città facente parte della Magna Grecia e ovviamente grande conoscitrice delle lavorazioni delle olive. 

 

E’ un uliveto abbastanza giovane, a spaiare i filari regolari ci sono alcuni alberi da frutto quali mandorli, pruni, meli e peri, la maggior parte delle piante ha  50 anni e sono per la maggior parte di una cultivar : la Nocellara del Belìce.

Altre cultivar sono presenti come impollinatori e sono la Biancolilla, la Cerasuola e la Giarraffa.

 

La Nocellara del Belìce è un’ oliva tonda, grossa e polposa adatta per essere consumata tale ma capace anche di dar vita ad un olio eccezionale, con livelli di acidità tra lo 0,1 e non superiori allo 0,3, con un'elevata presenza di polifenoli, antiossidanti naturali che tutelano la salute e difendono dall'invecchiamento, con profumi fruttati, erbacei, note di piccante ed un verde intenso che lo rendono unico. Certo tutto questo non sarebbe possibile senza una sapiente lavorazione, delicata, soprattutto durante le fasi della raccolta (brucatura) e della molitura.

 

La raccolta viene fatta esclusivamente a mano (brucatura), prima dell’ invaiatura dell’oliva quindi nel mese di ottobre raccogliendo le olive in piccoli canestri e poi portate al frantoio in cassette non superiori ai 20 kg in modo da rimanere ben areate durante il trasporto e far cominciare così una inesorabile fermentazione dannosa per la qualità finale. 

 

La molitura viene effettuata esclusivamente entro le 4-6 ore successive la raccolta e dopo un breve periodo in cui è necessario far depositare i sedimenti l’olio viene filtrato confezionato.